Home page

Presentazione

Decalogo per l'alimentazione del bambino

Alimenti

Produttori alimentari

Ricette classiche marchigiane

Ricetta della settimana

Vini e Vitigni

Cantina marchigiana

Eno-Glossario

Frutta e verdura di stagione

Feste e sagre nelle Marche

Bibliografia

Zibaldone di poesie e altro

IPSSAR e Scuole Professionali Alberghiere

Domande all'esperto

DECALOGO PER L' EDUCAZIONE ALIMENTARE DEI BAMBINI

 

  1. fatevi accompagnare nella bella stagione a fare la spesa al mercato e chiedete al bambino se preferisce un alimento rispetto ad un 'altro, nominandolo con esattezza
  2. coinvolgere il bambino facendosi aiutare ad apparecchiare o sparecchiare la tavola
  3. cercare, per quanto possibile, almeno una volta al giorno di consumare un pasto con tutta la famiglia riunita alla stessa ora
  4. possibilmente non avere nessun elemento di disturbo quali: TV , telefono, cellulari  etc ....,meglio utilizzare musica di sottofondo a volume molto basso
  5. fare attività con il bambino anche sotto forma di gioco prima di andare a tavola  e in maniera soft dopo la cena (bastano 10-15 min.)
  6. durante la settimana preparate cibi di consistenza differente (soffici, cremosi, croccanti) e per stimolare il gusto, dolci, salati o dolci-salati
  7. per allenare l'olfatto, fate annusare i cibi prima di mangiarli usando termini propri. Esempio: senti come profuma il basilico?  senti che buon profumo di limone?
  8. all'inizio pane, pasta, pesce etc... devono essere serviti in piccoli pezzi con la raccomandazione che devono essere masticati bene
  9. non spingete mai il cibo in bocca, il bambino lo rifiuterà istintivamente   
  10. dopo il primo anno di vita fino al secondo il bambino porta tutto quanto alla bocca per esplorare ciò  che lo circonda. Questo e' il momento giusto per fargli sperimentare nuovi cibi
  11. dopo i due anni il bambino ha fatto le sue scelte e sarà  tentato ad essere molto conservativo. In questo periodo meglio non insistere nel proporre cibi o preparazioni nuove
  12. i bambini assimilano i comportamenti dei genitori e della famiglia in genere; cercate di essere per loro dei buoni modelli coerenti nel rispetto delle regole 

- se ci sono momenti di tensione e di attrito nei commensali, il bambino istintivamente li percepirà; cercate di chiarire i problemi prima di andare a tavola e dimostratevi per quanto possibile rilassati.

- se il bambino piange a causa sua, non allarmatevi cercate di rimanere sereni altrimenti oltre ai suoi problemi, il bambino si caricherà anche delle tensioni dei familiari

realizzazione