Home page

Presentazione

Decalogo per l'alimentazione del bambino

Alimenti

Produttori alimentari

Ricette classiche marchigiane

Ricetta della settimana

Vini e Vitigni

Cantina marchigiana

Eno-Glossario

Frutta e verdura di stagione

Feste e sagre nelle Marche

Bibliografia

Zibaldone di poesie e altro

IPSSAR e Scuole Professionali Alberghiere

Domande all'esperto


Home

Nazareno Strampelli

(agronomo genetista, Crispiero di Castelraimondo - Macerata - 29/05/1866 - Roma 28/01/1942)

Laureato a Pisa in agraria, insegna agraria e agricoltura a Poggiomeleto prima, e Reggio Calabria poi e quindi a Rieti trasformando quest'ultima in centro di ricerche sperimentali sui grani. 
Anche grazie alla moglie Carlotta riscoprì le leggi di Mendel iniziando l'ibridazione dei grani aprendo cosi il campo alla moderna genetica agraria. 
Ottenne cosi i nuovi frumenti "Carlotta Srampelli", "Apuleia", "Gargano", "Danno", "Mendel" incrociando il grano italiano anche con quello giapponese "Akagomugi", creando così l'"Ardito", primo frumento precoce di alta produttività. 
Nel 1919 fonda l'Istituto nazionale di genetica a Roma dove ampliò le sue ricerche ottenendo importanti tipi precoci di grano duro e tenero tanto che la metà della superficie granaria d'Italia nel 1935 era coltivata con suoi tipi di frumenti. 
Nel 1929 viene nominato senatore per i suoi alti meriti scientifici. 
La sua opera genetista si allargò anche al mais, all'orzo, all'avena, alla segale ecc.

 

Spaghetti alla marchigiana

CHEF DI CUCINA:
Tratta da "Il Carnacina" edizione Garzanti
REALIZZAZIONE: Spaghetti alla marchigiana
Numero delle porzioni, 6

METODO DI LAVORAZIONE

INGREDIENTI

U.M.

Q.ta

Spaghetti

Guanciale tagliato a piccoli pezzi

Olio

Strutto

Cipolla

Aglio

Peperoncino

Formaggio pecorino grattugiato

Sale

gr.

gr.


cl.

cl.

spicchio

gr.


Qb

600

200


30

10

1

1

1

100


Qb

1 - Mettere in un tegame l'olio, lo strutto, il guanciale, il peperoncino e il sale fino necessario;

2 - Appena il guanciale imbiondisce, aggiungere la cipolla e l'aglio precedentemente tritati insieme, mescolare e ritirare dal fuoco a leggero imbiondimento del trito; il soffritto è pronto;

3 - Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua bollente leggermente salata e sgocciolarli al dente;

4 - Versarli in un piatto di servizio concavo e riscaldato, cospargerli di pecorino e versarvi il soffritto;

5 - E' bene fare in modo che il soffritto sia pronto nello stesso momento in cui si sgocciolano gli spaghetti.

Marchenet

Utensili:
Tegame,
Secchiello,
Scolapasta,
Forchettone di legno,
Tagliere,
Coltello.
Salse:  Guarnizioni:
Grado di difficoltà:

realizzazione